Montesarchio: dove non manca mai un calice di Falanghina

Montesarchio è uno scenario della natura in cui tuffarsi. E’ il comune più popoloso della provincia di Benevento in Campania.

 

Montesarchio vi avvolgerà con i colori,  il profumo dei fiori, i filari di viti e con il canto degli uccelli.  In particolare in autunno e in primavera, gli incantevoli panorami, paiono usciti da una tela di Van Gogh. Le sinuose geometrie delle colline e del monte Taburno fanno da cornice ad uno dei borghi più belli d’Italia.

Le stradine acciottolate si arrampicano fino al Castello con la celeberrima Torre, l’abbazia di S.Nicola, i conventi di S. Maria delle grazie e di San Francesco. Questa splendida cittadina, dove non manca mai un calice della soave Falanghina, è anche un luogo di storia, cultura, poesia e spiritualità.

Montesarchio, capitale della Valle Caudina, che dall’alto del’imponente Castello, domina la vasta pianura sannita ha infatti origini nel Medioevo. Tuttavia la zona, è stata abitata sin dal neolitico ed è identificata, dagli storici, con la città sannita Caudium i cui scavi hanno portato alla luce testimonianze archeologiche risalenti all’epoca romana.